RIORGANIZZAZIONE DELLA STRUTTURA AMMINISTRATIVA

Comune come Casa dei Cittadini

Il rilancio di questa Comunità passa attraverso un radicale processo di rifunzionalizzazione della macchina amministrativa per trasformarla in una vera “agenzia di sviluppo”


Riprogrammazione del regolamento ufficio e servizi, con l’inserimento di nuove articolazioni quali la figura di un istruttore destinato al monitoraggio ed alla ricerca di bandi e finanziamenti regionali, nazionali ed europei;


Previsione in organico del responsabile dell’azione di promozione turistica, con la relativa capacità di elaborare progetti per i finanziamenti del settore;


Inserimento all’interno dello Statuto Comunale dell’applicazione sistematica di metodi di partecipazione quali la “Conferenza di Servizi” e la “Conferenza d’Ascolto”, per la gestione di procedimenti rilevanti di interesse pubblico e privato che, per importanza e complessità, richiedono un coinvolgimento sinergico di più centri amministrativi;


In funzione dell’obiettivo partecipativo di cui al precedente punto si dovrà rivedere la dotazione organica dell’Ente, implementandola di nuove figure capaci di gestire tali procedimenti, da attingere attraverso legittime forme concorsuali, come il protocollo RIPAM (Riqualificazione Pubblica Amministrazione);


Valorizzazione dell’URP (Ufficio Relazione con il Pubblico): un ufficio al quale il cittadino può rivolgersi per ogni tipo di informazione riguardo i servizi forniti dal Comune, in una prospettiva di relazione diretta, di carattere telematico e fisico, con una diversa ubicazione del punto di contatto all’ingresso della sede comunale, in modo tale da offrire un interlocutore immediato, capace di indirizzare verso gli uffici di riferimento.

RIORGANIZZAZIONE DELLA STRUTTURA AMMINISTRATIVA